CASSA PARTO RISCALDATA PER PICCOLE TAGLIE

Le pedane riscaldanti Warmexa sono ideali per garantire comfort e protezione dal freddo ai nostri animali, ma uno degli impieghi più appezzati delle pedane riscaldanti è quello nelle casse parto.

Molti Allevatori di cani di piccola taglia sanno quanto sia importante tenere al caldo i cuccioli (generalmente dai 29 ai 34°C) appena dopo il parto e anche nelle prime 3-5 settimane di vita, infatti aiutare la termoregolazione del cucciolo significa favorirne lo sviluppo fisico e del suo sistema immunitario, che intorno alle 6-8 settimane sarà in grado di far fronte da solo ad eventuali attacchi.

Il sistema classico spesso utilizzato dagli Allevatori per tenere al caldo i cuccioli è quello di porre una lampada ad infrarossi da 100-250W alla distanza di circa 70-120cm da terra sopra la cassa parto, questo sistema è carente in precisione in quanto spostandosi dal lobo centrale della lampada varia la temperatura e considerando che per convezione il caldo sale verso l’alto l’efficienza di questo sistema risulta limitata e l’efficacia sul cucciolo molto poco oggettiva. E’ rilevante anche il fatto che quando utilizzate in questo contesto le lampade ad infrarossi tendono a surriscaldare l’aria circostante facendo così letteralmente boccheggiare la mamma.

L’approccio WarmeXa è totalmente differente, utilizzando alla base della cassa parto una pedana riscaldante il cucciolo sin dalla nascita troverà all’esterno una temperatura ideale e siccome le pedane riscaldanti Warmexa garantiscono su tutta la loro superficie uniformità di calore anche muovendosi il cucciolo sarà costantemente ad una temperatura ideale.

A vantaggio delle pedane riscaldanti Warmexa vi è punto sempre più importante ai nostri giorni e cioè i bassi consumi di energia elettrica. Quando si parla di alta efficienza ai nostri giorni significa risparmio di energia elettrica; le pedane riscaldanti WarmeXa hanno costi di esercizio contenuti rispetto ad ogni altro sistema. Se ad esempio consideriamo il sistema classico delle lampade ad infrarossi si avranno consumi da 100 a 250W (la scelta della potenza è data dalla taglia dell’animale), con le pedane riscaldanti WarmeXa si va da 45 a 115W in funzione della dimensione della pedana, a conti fatti si ottiene un risparmio superiore al 50%; e in altre parole con quello che si risparmia sulla bolletta si sconta il costo iniziale della pedana riscaldante!

Fatta questa introduzione passiamo ora a come realizzare da soli, a basso costo e con una minima manualità una cassa parto semplice, funzionale ed economica per cani di piccola taglia.

Anziché ricorrere al classico box di legno la scelta del contenitore che diventerà la nostra cassa parto è caduta su un box plastico, quelli per stipare i cambi di abbigliamento stagionale, sono reperibili negli ipermercati o nei mercatoni. Oltre al vantaggio economico, rispetto al box in legno, il box plastico è prima di tutto già pronto (non avremo bisogno di attrezzatura per farcelo) e poi più facile da igienizzare; le dimensioni di quello scelto da noi sono 75cm di larghezza, 55cm di profondità e 20cm di altezza (non dovrebbe essere eccessivamente alto in modo che la mamma possa entrare ed uscire senza difficoltà).

Possiamo ora porre al suo interno la pedana riscaldante Warmexa, il modello che abbiamo utilizzato è la SHP6040, versione a singola temperatura dalle dimensioni 60x40cm.

Per fare in modo che la cassa parto abbia una superficie piana ed uniforme è necessario riempire gli spazi intorno alla pedana con qualsiasi materiale che si presti a questo scopo, può essere della gomma piuma, del poliuretano espanso da imballaggio (come nel nostro caso) degli strati di cartone, eventualmente anche degli stracci…

Ora per creare un piano ottimale alla nostra cassa parto e per poter variare a piacimento la temperatura percepita dai cuccioli e dalla mamma, dovremo finirlo appoggiandoci almeno due tappetini spessi 3-4mm, ritagliati da moquette, la più economica che generalmente si trova nei centri fai da te.

Il risultato una volta posti almeno due tappetini in moquette.

Questo aspetto è MOLTO IMPORTANTE perchè, se abbiamo la versione a singola temperatura SHP, la moquette ci servirà, anche per modulare il calore e cioè come “variatore” della temperatura percepita dai cuccioli; da prove fatte due tappetini dallo spessore di 3-4mm garantiscono una temperatura ottimale, comunque, essendo una condizione soggettiva sarà possibile aggiungerne un terzo nel caso si voglia diminuire la temperatura alla base della cassa parto, o lasciarne uno solo nel caso la si voglia aumentare.

Con le versioni a temperatura variabile VHP, consigliamo un solo tappetino, e la temperatura desiderata verrà impostata direttamente sull’alimentatore a bassa tensione della pedana.

Affinchè la cassa parto possa ospitare adeguatamente i cuccioli e la mamma andremo a coprirla con una copertina, ma non troppo spessa, quelle economiche in Pile sono ideali, sarà così facile mantenere la cassa parto pulita cambiandola a piacimento.

La cassa parto riscaldata è pronta!